Serata in stazione

Treni che filano 
illuminati come teatrini
carichi di nostalgie
di tragedie sospese
su binari e traversine.

Lame di crepuscolo
s’infrangono, arancioni
sui pavimenti in linoleum

S’accendono
luminarie splendenti
dietro iridi spente.

Linee gialle
sorreggono i macigni
delle nostre scarpe

Portando il peso
di mille addii luccicanti
rimasti impigliati
tra i fanalini appannati
di vecchie signore.
Seguici e condividi:
error