Passione

Al mondo esistono due tipi di atleti: quelli che nascono già predisposti per una disciplina e quelli che, con impegno e dedizione, raggiungono ciò che per i primi è quasi naturale, spontaneo. Poi c’è una terza categoria, quella che, solitamente, racchiude il maggior numero di individui: ci sono quelli che non sono dotatissimi, ma con la costanza arrivano a tagliare traguardi. Già qui abbiamo tre ingredienti fondamentali per coltivare una passione: impegno, dedizione, costanza. Sì, non ci vogliono soltanto gli addominali, il potenziamento, le ripetute e così via, in uno sport, in una passione c’è ben altro; un po’ come quando si piantano dei semi e si aspetta la nascita del germoglio, bisogna avere paziente, ma annaffiando ogni giorno la terra poi, il verde spunta. Una passione può nascere e spegnersi subito dopo. Una passione può crescere e infiammarsi. La decisione sta sempre a noi ed è in noi. Il bivio è sempre aperto, ma il libero arbitrio ci permette di scegliere. Io, la ginnastica me la sono trovata lì davanti per caso, nulla di scelto appositamente. Il primo piede che ha varcato la soglia della palestra non mi ha detto nulla, il secondo un po’ di più. Provare, sperimentare e percepire è stato un trinomio perfetto. La mia passione è nata così, si è accesa piano piano e poi si è infiammata.

0 0 vote
Article Rating
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Rosa
1 anno fa

Complimenti Cloud scrivi bene. Testi chiari concisi e pienamente d’accordo con te…. In tutto ciò che di fa e non solo nello sport, anche nel lavoro, volontariato, impegni amministrativi, famiglia vince chi ha impegno, dedizione, costanza…..

Claudia
1 anno fa
Reply to  Rosa

Impegno, dedizione e costanza mi sono stati impressi dalla ginnastica, la mia prima “occupazione” consapevole ☺️