Le poesie sahrawi hassani sono mappe di viaggio

Pace accogliente, lontana dallo squallore inesausto del traffico metropolitano. Su più piani, tappeti rossi lungo le scale, fontane e palme slanciate, al centro della struttura. E quel mandala, un murale enorme, all’ingresso.  Mentre ero in Marocco sono stata alla Biblioteca Nazionale di Rabat, la capitale. Libri, i più disparati, tanti, …

Occhi di nutria che guardano stelle lontane

Ero in ritardo. In un ritardo mostruoso, a dire il vero.L’appuntamento al campetto era fissato per le 20. Guardai l’orologio sbilenco del cruscotto: lampeggiavano le 19:47. Pigiai sul gas. Sfrecciavo come un folle per sconosciute strade di campagna. Un po’ alla cieca, seguendo l’istinto, come quando si scopa al buio.  L’aria …

Autostrada 86

Ti ammiro accaldata contorcerti fra le lenzuola umide, golosa ed implacabile cantano i Negrita alla radio.  E’ la canzone perfetta per quel momento. Una sberla per Marty che non resiste e sbotta: “Dovrebbe essere sempre lunedì, cazzo! Dovremmo svegliarci sempre così, stretti insieme dopo una notte di sogni erotici trasformati …

Ernest Hemingway sul mestiere dello scrittore

Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare Ernest Hemingway Nel 1954, pochi mesi prima che gli venisse consegnato il Nobel, alla classica domanda “cosa consigli ad un aspirante scrittore?”, Hemingway rispose: “Diciamo pure uscire di casa e impiccarsi, perché scrivere bene è quasi impossibile. Poi, se qualcuno lo …

FURTI E BRUGOLE

Avevo ventitre anni e mi trovai a lavorare per un negozio di articoli sportivi.Mi fece un colloquio la vicedirettrice, una traccagnotta di 130 kg che non aveva nulla di sportivo. Un’ora di colloquio durante i quali le raccontai di tutta la mia vita: da quando fui concepito nella estate 1988 …

Cecità di Saramago (e il Coronavirus)

Le risposte non vengono ogniqualvolta sono necessarie, come del resto succede spesse volte che il rimanere semplicemente ad aspettarle sia l’unica risposta possibile. Leggere Cecità di José Saramago durante lo stillicidio delle giornate di quarantena può rivelarsi un’esperienza tanto surreale quanto rivelatrice. Perché proprio su un’epidemia, e sulla relativa psicosi, …

?>